Nell’ultimo semestre, il mondo dei Non Fungible Token (NFT) è entrato prepotentemente alla ribalta.

Non-Fungible Token, ovvero gettone digitale non fungibile. “Non fungibile” significa “non riproducibile”: ogni NFT è un pezzo unico e non intercambiabile, che non può essere sostituito né replicato.
Gli NFT vengono creati tramite la tecnologia blockchain, una struttura di dati che si basa sulla condivisione e l’immutabilità.
NFT può essere un qualunque oggetto digitale: una fotografia, un video, un testo, una gif, un file audio. 

Nel 2021, lo 0,04% della popolazione mondiale ha acquistato un NFT: ma i crismi perché gli NFT non siano un fenomeno di passaggio, ma un vero e proprio avamposto del futuro, ci sono tutti.
Nell’anno dell’esplosione degli NFT, infatti, si è spesso sentito parlare di token venduti per cifre record. Perché questo avviene? Questi prezzi sono giustificati da benefici reali o sono solamente una parte di una grande speculazione?

bored_ape_nft
Alcuni degli Nft della famosa collection Bored Ape Yatch Club

Cosa determina il prezzo degli NFT?

Uno dei fattori che influiscono maggiormente sul prezzo di un NFT è sicuramente la sua storia. Ad esempio, nel caso in cui un NFT sia architettato da un creator di fama mondiale, la base d’asta sarà sicuramente più alta.
Inoltre, se un NFT è stato posseduto nella sua storia da una
celebrity o da un’icona dello star system, il prezzo, anche in questo caso, lieviterà.
In alcuni casi le
celebrity possono essere solamente testimonial di una collezione NFT senza averla posseduta né tantomeno creata. Più sarà elevata la fama del testimonial e più sarà facile vedere sold-out gli NFT della collezione, anche a prezzi elevati.

Molto spesso le collezioni NFT sono a loro volta suddivise in varie release, anche differite nel tempo: una tecnica adottata per riuscire a segmentare l’offerta, riuscendo ad andare incontro alle possibilità d’acquisto di un pubblico il più vasto possibile. Esattamente come negli altri mercati sensibili alla fama del brand e alla disponibilità del bene, più un NFT sarà raro, quanto più sarà prezioso.

Altro fattore caratterizzante del prezzo è quello relativo alla liquidità e al volume di scambio di una determinata collezione.
La liquidità è alta quando un bene viene venduto facilmente una volta messo sul mercato.
Maggiore sarà il volume degli scambi e più sarà facile convertire un NFT in denaro o in criptovalute per acquistare un altro bene.

Maggiore sarà il prezzo d’acquisto di un NFT e più sarà difficile trovare un acquirente disposto a corrispondere la cifra spesa: gli NFT da collezione, quindi, sono soggetti ad una minore liquidità.
Anche la rete sulla quale gli NFT sono mintati risulta un fattore in grado di favorire o meno la loro liquidità.
Il
minting non è altro che la pubblicazione di un non-fungible token sulla blockchain per renderlo acquistabile. Sono molte le blockchain che supportano gli NFT, ma per il momento la rete ERC di Ethereum, nonostante le alte commissioni (gas fee) da pagare per ogni transazione, rimane quella di riferimento. Questo avviene proprio in virtù della liquidità che garantisce, essendo supportata dalla maggioranza dei wallet e dai marketplace NFT di riferimento come Rarible, OpenSea o Zora.

nftL’utilità: ciò che più rende un NFT appetibile fuori dalle nicchie

Ma l’elemento che più di tutti rende virtuoso l’acquisto di un NFT è di certo la sua immediata utilità. L’utilità dei token non fungibili può essere diversa in base all’ecosistema in cui vengono fruiti.
Gli NFT possono servire a certificare una proprietà digitale o anche fisica, possono essere elemento di un gioco, rappresentare un pass per accedere a un bene o un servizio, o servire a garantire l’autenticità di un bene, eliminando la possibilità che il bene di riferimento possa essere contraffatto. Un NFT che abbia un’utilità ben definita, nella quotidianità, che sia comprensibile anche ai non esperti di blockchain, diviene appetibile anche nel mass-market.

Nel prossimo articolo di questo blog, illustreremo come e perché l’NFT possa essere utile e facilmente applicabile anche in settori che esistono da molto tempo prima della loro comparsa, e che proprio dall’avvento degli NFT potranno essere rivoluzionati.

Published by

Contributor